Demenza senile e omeopatia: rimedi utili nel trattamento

Demenza e omeopatia: rimedi utili nel trattamento

Per il malato di  demenza senile utili i rimedi di omeopatia come trattamento coadiuvante privo di effetti collaterali indesiderati. Inoltre l’ omeopatia  può essere impegnata per la sofferenza emotiva che è non sempre visibile quanto presente in questi pazienti. La demenza senile è un processo degenerativo che distrugge progressivamente le cellule cerebrali, rendendo nel tempo l’individuo che ne è affetto, incapace di una vita normale. La crescente prevalenza della patologia nella popolazione generale di tutto il mondo è accompagnata da una crescita enorme del suo costo economico e sociale. Il decorso della demenza  senile può essere diverso, nei tempi e nelle modalità per ogni singolo paziente. La malattia inizia generalmente con un MCI, Mild Cognitive Impairment ovvero un leggero deficit di diverse funzioni cognitive come memoria, orientamento e capacità verbali. Un MCI è comunque frequente nella popolazione anziana e di per sé non è necessariamente indicativo di demenza incipiente. La malattia si manifesta in seguito al suo esordio come demenza caratterizzata da amnesia progressiva e altri deficit cognitivi maggiormente marcati. Nelle fasi intermedie e avanzate della demenza senile inoltre, possono manifestarsi problematiche comportamentali e psichiche come il disorientamento nello spazio, nel tempo o nei rapporti. In tali condizioni si aggiungono difficoltà progressive anche nella cura della persona. Ai deficit cognitivi e comportamentali, nelle fasi più avanzate si aggiungono infine complicanze mediche internistiche, che portano a una compromissione progressiva della salute nei pazienti con  demenza senile.

La malattia è dovuta a una diffusa distruzione di neuroni dovuta a varie cause. La conseguenza di queste modificazioni cerebrali è l’impossibilità per il neurone di trasmettere gli impulsi nervosi, e quindi la morte dello stesso, con conseguente atrofia progressiva. La demenza senile nel morbo di Alzheimer è caratterizzata per esempio da una diminuzione nel peso e nel volume del cervello, dovuta ad atrofia corticale, visibile anche in un allargamento dei solchi e corrispondente appiattimento delle circonvoluzioni. A livello microscopico, sono riscontrabili  depauperamento neuronale e placche di sostanza amiloide. Tale amiloide non presenta le caratteristiche naturali ma tende a depositarsi in aggregati extracellulari sulla membrana dei neuroni danneggiandoli irreversibilmente. La medicina convenzionale non ha  un trattamento o rimedi efficaci per la demenza senile, ma gestisce le sue complicanze cliniche. Si può, infatti, migliorare la qualità della vita dei pazienti malati e provare a rallentarne il decorso sopratutto nelle fasi iniziali e intermedie. In tal senso integrare interventi per l’assistenza e di cura parentale è fondamentale per il decorso clinico. Una chiara informazione ai famigliari, una buona alleanza di lavoro con il personale sanitario è opportuna per una per durevole ed efficace assistenza.

Sebbene  i rimedi di omeopatia non possano essere considerati il trattamento specifico per la demenza senile essi favoriscono il malato quando esprime i multiformi disagi aspecifici che possono accompagnare la patologia.  I rimedi di omeopatia contribuiscono al benessere generale del paziente, fondamentale per rallentare il suo decorso nel tempo. Spesso esiste anche una caratteristica marcatamente psichica nella demenza senilie sia per eccesso sia per difetto dell’espressione emotiva.

Demenza senile: rimedi di omeopatia coadiuvano il trattamento

Demenza senile: omeopatia nel trattamento

La modulazione di quest’aspetto è altrettanto rilevante per i pazienti. I rimedi di omeopatia non sono indicati mai unicamente per un singolo sintomo. L’ omeopatia per agire deve considerare la totalità dei sintomi espressi dal malato di demenza sopratutto distinguendo quelli connessi alla sua personalità. Infatti, uno stato d’irritazione, melanconia o ansia favoriscono quello stato di conflitto, alla cui base può avvenire interferenza negativa con il decorso della patologia. La caratteristica della demenza senile è una progressione come di rientro patologico nella condizione infantile. La perdita di facoltà dovute all’apprendimento riposiziona, di fatto, il paziente nella condizione del bambino fino a raggiungere nelle fasi più avanzate il livello di apprendimento e autonomia del neonato.
Nella materia medica di omeopatia non esistono rimedi per il trattamento della demenza senile poiché questa patologia non era descritta con tale nome ai tempi in cui sono stati eseguiti i prooving omeopatici. Non di meno esistono rimedi connessi a sintomatologia simile o assimilabile. Sono, infatti, proprio le altre particolarità della vita e delle malattie precedentemente espresse dal malato a determinare i  rimedi di  omeopatia.

l metodo dell’ omeopatia si basa su rimedi  prescritti per il malato e non per la malattia.  In tal senso la scelta di quale adottare tra i molti rimedi di omeopatia e a quali siano le dosi indicate deve essere riservata a un medico esperto. Egli si avvale per questo lavoro di una visita medica completa, diagnostica strumentale convenzionale e per quanto riguarda la scelta dei rimedi di omeopatia di uno strumento denominato repertorio omeopatico. Una volta il repertorio era un grande libro sulla scrivania del medico omeopata, oggi si tratta di un data base presente nel suo computer. La prescrizione in omeopatia ha successo in terapia quando sono repertorizzati correttamente tutti i sintomi del paziente, con particolare attenzione per quelli che non riguardano affatto la demenza. Il simillimum infatti è quello tra i rimedi di omeopatia, che corrisponde sia al quadro clinico attuale, sia ai quadri clinici precedenti e soprattutto coincide con la personalità espressa dal malato. Tramite la materia medica e il repertorio il medico indaga anche oltre gli aspetti fisici della malattia, includendo i campi emozionali espressi e i conflitti biologici patiti.

Il trattamento coadiuvante del morbo della demenza senile con rimedi di omeopatia non si contrappone ne sostituisce le linee guida della medicina convenzionale. Al contrario l’ omeopatia stabilisce con esse una virtuosa sinergia e una straordinaria opportunità anche a livello di prevenzione.

Dott. Fabio Elvio Farello, Omeopatia a Roma