Vervain, Fiori di Bach e Omeopatia

Vervain, Fiori di Bach e Omeopatia

Vervain - Fiori di Bach

Vervain – Fiori di Bach

Vervain è uno dei Fiori di Bach. I  Fiori di Bach sono un metodo sviluppato dall’omeopata Edward Bach, che applica particolari preparazioni per trattare disturbi emozionali e\o correlati a stress. L’omeopatia adotta rimedi a microdosi secondo il principio della similitudine sul piano fisico, emotivo e mentale. I Fiori di Bach sono applicati principalmente per una similitudine emozionale. I Fiori di Bach sono descritti in questo sito per la comprensione di che li utilizza, purché prescritti dal medico. La descrizione dei Fiori di Bach online non sostituisce infatti la gestione professionale di ogni paziente. I Fiori di Bach sono privi di controindicazioni significative, ma possono e talvolta devono essere associati ad altre forme di terapia, condizione che richiede specifiche conoscenze.

Nella medicina naturale si adottano  associazioni con rimedi di omeopatia e sopratutto i Fiori di Bach sono  posti in relazione  con i punti di agopuntura per la somministrazione percutanea. In medicina convenzionale i Fiori di Bach sono associati ai farmaci, quando necessario per la salute del paziente.

Note su Vervain :

Vervain è rampicante anche se ha delle radici ferme e dure. Arriva dove si propone e coinvolge altre piante nel suo spiegamento orizzontale e verticale. I fiori sono piccolissimi, insignificanti, le foglie scarse, e concentrate principalmente alla base, ma gli steli sono lunghi, robusti, e possono superare il metro di altezza, quindi si può dire che non sostengono quasi nulla, come se il senso della misura e delle proporzioni fosse alterato. Con la sommità fiorita essiccata di Vervain si fanno tisane contro la diarrea, la ritenzione idrica, depressione. Nel medioevo veniva considerata la “pianta meraviglia”.

Proprieta emozionali di Vervain :

Secondo Edward Bach Vervain è indicato nelle seguenti circostanze : “Per coloro che hanno idee e principi ben radicati che essi ritengono giusti e che sono disposti a cambiare molto raramente. Desiderano sempre convertire ai loro punti di vista tutte le persone che li circondano. Possiedono una forte volontà e molto coraggio quando sono convinti di ciò che desiderano insegnare. Nella malattia lottano più a lungo di altri prima di arrendersi e di tralasciare i propri compiti”.

Simbologia di  Vervain :

Vervain è uno dei Fiori di Bach, metodo che oltre alle applicazioni in terapia è interessante per la simbologia sottostante. I Fiori di Bach sono applicati principalmente per una similitudine emozionale, ma evidenziano similitudini anche con miti, leggende e simboli. Nelle piante medicinali la teoria delle segnature del rimedio ha costituito a lungo nella storia della medicina un cardine per la comprensione dell’azione medicamentosa. La comunicazione tramite simboli ha rappresentato nel passato e rappresenta nel presente un particolare canale di informazione.

Vervain esprime un organotropismo coerente con il campo emozionale collera.  Nell’uso fitoterapico Vervain è infatti indicato per:  calcoli della colecisti, drenante epatico, insufficienza epatobiliare, ferite, protezione del parto, dolori articolazioni, contusioni, distorsioni, strappi muscolari e malattie degli occhi. Vervain è associata a S.Lucia, protettrice della vista, che ne usò per curare gli occhi. Vervain si usava per pulire gli altari prima dei sacrifici e si usava per intrecciare le corone agli eroi Il nome deriverebbe dal latino”verrere” nettare, proprio per l’atto di pulizia degli altari.  Vervain   era considerata sacra anche dai cristiani perché si diceva nata sul monte Calvario, guaritrice delle piaghe del redentore. Gli antichi la chiamavano Vervain Herba Veneris conferendole proprietà afrodisiache, oltre che magiche e medicamentose. Impiegata nella preparazione di filtri d’amore e riti di iniziazione; anche gli indovini  bevevano Vervain prima di fare predizioni. Una credenza popolare la riteneva valida per indurre il parto, confermata poi dalla presenza di verbenina, uno stimolante delle  contrazioni uterine.. Nel medioevo Vervain veniva considerata la “pianta meraviglia“.

Campi emozionali  di Vervain :

I Fiori di Bach possono essere descritti anche come una tripletta di campi emozionali in una sequenza coerente. Questa modalità prescrittiva aiuta a comprendere le orbite funzionali che possono esprimere la componente più somatica della sofferenza. Il rimedio Vervain è indicato nella sequenza di campi emozionali:

  • ipercollera
  • ipergioia
  • ipotristezza

Orbite funzionali coerenti con Vervain :

Il Fiori di Bach possono essere descritti anche attraverso attraverso i campi emozionali stabilendo un rapporto con le orbite funzionali e pertanto con i tessuti loro corrispondenti. Vervain quando coincide il quadro emozionale è indicato nelle malattie che coinvolgono i tessuti delle seguenti orbite:

  • Orbite funzionali Fegato, Vescica biliare
  • Orbite funzionali Cuore,Pericardio, Int. Tenue, Tripl.Riscaldatore
  • Orbite funzionali Polmone, Intestino crasso

Ogni orbita funzionale caratterizza un insieme di organotropismi.  Il rimedio Vervain , è indicato per quei pazienti, che esprimono in sofferenza prevalentemente organica coerente con il quadro emozionale del rimedio.

 Sequenza per  Vervain:

Un metodo efficiente e rapido di utilizzo impegna le convenzioni di valore di medicina tradizionale cinese MTC. Questo approccio permette una facile relazione dei Fiodi Bach con l’omeopatia e sopratutto con l’agopuntura, permettendo un impiego congiunto, teso ad aumentare la efficienza in terapia. Nella descrizione di Vervain tramite i campi emozionali si ricorre ad una sequenza di tre campi. La successione temporale di questi tre campi racconta in modo sintetico la storia del malato e codifica come sequenza l’impegno  di tessuti biologici nella sua espressione. La relazione  stringente tra campi emozionali e orbite funzionali permette di codificare i tessuti a rischio in ogni momento espressivo di sofferenza che caratterizza la storia di un individuo. La sequenza di campi che caratterizza Vervain è:

 IPERCOLLERA-IPERGIOIA-IPOTRISTEZZA

Vervain

 

Nel singolo paziente sensibile per Vervain prevale l’espressione di uno dei campi indicati caratterizzando in tal modo il momento evolutivo che attraversa e i tessuti biologici che implica nelle componenti somatiche della sofferenza. La sequenza dei campi emozionali indicati coincide con una sequenza fisica coerente con le Orbite funzionali di Medicina Tradizionale Cinese MTC:

1)  FEGATO-CUORE-PERICARDIO- POLMONE

2) VESC.BILIARE-TRIPLICE RISCALDATORE-INT.CRASSO

3) Ibridazioni della prima e seconda sequenza

Ogni Orbita funzionale caratterizza un insieme di organotropismi eo di tropismo funzionali.  Il rimedio Vervain , è indicato per quei pazienti, che esprimono in sofferenza prevalentemente organica secondo la sequenza indicata applicando una coerenza  tra il quadro emozionale del rimedio e l’ anamnesi medica presentata dal singolo paziente.

Punti di agopuntura per Vervain :

I Fiori di Bach possono essere massaggiati su punti di agopuntura secondo una particolare tecnica aumentando il loro effetto. L’applicazione percutanea migliora la risposta della terapia. La sinergia Fiori di Bach e punti di agopuntura  permette di accentuare la performance del trattamento. Vervain considerando la sofferenza particolare espressa dal singolo paziente può essere posto in relazione al o ai seguenti punti di agopuntura:

  • V49
  • V44
  • V42

Diagnosi e indicazioni per Vervain :

I Fiori di Bach non sono prescritti attraverso  le diagnosi cliniche di medicina convenzionale, ma attraverso la sofferenza emozionale espressa dal paziente secondo il principio della similitudine. Prescrivere Vervain   per una diagnosi medica convenzionale è pertanto contrario al  metodo, oltre che scarsamente efficace.

Applicare ai Fiori di Bach la parola dosaggio non è corretto, perche si tratta di preparazioni destinate  a produrre una reazione come risposta a stimolo. Per implementare l’effetto dei Fiori Bach pertanto lo stimolo può essere ripetuto con diverse frequenze nel tempo senza modificare di fatto la dose. La conoscenza  corretta  dei Fiori di Bach  e delle basi metodologiche sono la premessa per l’uso dei rimedi da parte del medico. La presente descrizione non costituisce infatti un supporto all’autosomministrazione, ma consente una maggiore consapevolezza del lavoro svolto dai rimedi.  Pertanto  è consigliabile che a prescrivere i Fiori di Bach sia un medico. L’ iscrizione presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registro dei medici che praticano l’omeopatia e l’agopuntura, sono una indicazione per il paziente sulla qualità della formazione ricevuta dell’operatore. La terapia con i Fiori di Bach non si contrappone alle linee guida della medicina convenzionale. Al contrario  stabilisce con esse una virtuosa sinergia e una straordinaria opportunità anche a livello di prevenzione.

Dott. Fabio Elvio Farello, Omeopatia a Roma

  • Omeopatia e Fiori di Bach